Categoria impresa e imprenditorialità

UN MESSAGGIO IMPORTANTE PER LE NUOVE GENERAZIONI

UN MESSAGGIO IMPORTANTE PER LE NUOVE GENERAZIONI

Un messaggio importante, OGGI. Abbiamo inaugurato una felpa!

..quale felpa?

Ok, andiamo per ordine. Ieri mattina abbiamo avuto la prima scolaresca dell’anno:

2️⃣5️⃣ strepitosi ragazzi e ragazze della prima media della Scuola Barbarani di San Martino Buon Albergo, Verona.

Questi ragazzi sono fotonici (nel senso vero e proprio di particelle che trasportano la luce – la passione per l’astrofisica permane anche perché, alla fine, lega un po’ tutto, anche le persone). Quindi c’era chi:

✅ è formidabile nella matematica,

✅ acutissimo con le domande,

✅ curiosissimo,

✅ super perspicace.

Tutti ragazzi straordinari, ognuno nella sua unicità.

Abbiamo voluto che la visita non fosse solo un “far vedere” la stampa.

Abbiamo parlato di leadership – citando LEADER DI VALORE, un favoloso libro che abbiamo appena realizzato e che narra la storia di un imprenditore che ha preso in mano l’azienda e l’ha portata a sostenere un crescita esponenziale – e quindi di economia, di mondo del lavoro, dei quattro quadranti del cashflow:

  • dipendente,
  • libero professionista,
  • imprenditore,
  • investitore

citando Robert Kiyosaki.. e del modo in cui possono essere utilizzati questi potenti strumenti che loro usano tutti i giorni, ovvero i LIBRI.

Abbiamo parlato, ovviamente, soprattutto di SOGNI.

Una delle ragazze aveva una felpa con la scritta:
“make dreams come true”.

I bambini, come gli adulti, hanno bisogno di sognare.

Fra tutti, in pratica, gli argomenti trattati sarebbero stati quelli per cui magari si sarebbe portati a dire “sono piccoli”.

Ma se si dice che sono piccoli, loro si allineano a tale dichiarazione. E credono di esserlo davvero.

Certo, sono giovani, ma sono brillanti.

E con il giusto linguaggio si possono dire anche cose non “da piccoli” ma, benché “da grandi”, aderenti alla loro età in virtù di ciò per cui si stanno preparando:

  • il MONDO.
La classe della Prima Media di San Martino Buon Albergo – Scuola Barbarani.

A cosa serve da parte nostra fare libri, se non c’è una “finalizzazione” se questa non è quella di far sì che chi legge possa aspirare a qualcosa di meraviglioso nella sua vita?

È questo il potere straordinario dei libri.

Siamo forti sostenitori della lettura. Come potrebbe non esserlo, altrimenti, un’azienda che stampa libri per gli editori di tutto il mondo?

La finalizzazione è che anche noi ci teniamo tanto a capire quello che stiamo facendo. Renderci conto, giusto per la nostra piccola parte, del contributo che vogliamo e siamo in grado di dare.

La nostra finalizzazione è far sì che i libri siano un alimento.

Un NUTRIMENTO sano, il più possibile.

La parola chiave da portarsi a casa, per i ragazzi, è stata proprio:

FINALIZZARE.

Cioè:

portare a uno scopo preciso tutto ciò che si sta facendo e il motivo PER CUI lo si sta facendo.

Così come studiare e prepararsi per un futuro RADIOSO (di nuovo i fotoni..).

Questo dona consapevolezza.
Un modo per noi, questo, anche di valorizzare il territorio, oltre alla lettura.

Per visite c/o Grafiche AZ 👉 https://bit.ly/37Z2yFY

Il calendario di ringraziamento da parte dei ragazzi, un gesto davvero meraviglioso.

È vero, è atipico per uno stampatore parlare e ragionare in questi termini. Però una delle insegnanti ci ha chiesto “in cosa vi distinguete, voi?”

Se le avessimo risposto che ci distinguiamo per il know how, per la qualità (cioè per COME si fanno le cose ovvero i LIBRI), per la velocità di risposta, la storicità, il mix di elementi, la specializzazione, la puntualità, il far sì che il cliente stia tranquillo e bla bla bla.. tutte cose vere, avremmo risposto però come qualsiasi altro competitor sul mercato.

È una sorta di – anzi, lo è veramente – Made In Grafiche AZ.

Una cosa alla quale teniamo davvero. La risposta? Contattaci.

La stampa editoriale illustrata, dalla A alla Z.

PS: la felpa in foto – come anticipato qualche post fa sulla nostra pagina Facebook – è stata creata appositamente per le visite guidate che sono una speciale abitudine dal.. 1971.

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

AL CORSO DI STORIA DELL’ILLUSTRAZIONE

AL CORSO DI STORIA DELL’ILLUSTRAZIONE

Siamo stati all’Istituto di Design Palladio di Verona – una “vecchia” conoscenza – con cui collaboriamo da tempo grazie al prezioso contributo del prof. Claudio Gallo.

Che ci facciamo lì?

Claudio è docente del Corso di Illustrazione e così siamo andati a incontrare i meravigliosi ragazzi del primo anno. Ci piace collaborare con le scuole, con gli istituti, con le classi, gli ITS, le scuole di Design perché quando incontriamo i ragazzi stiamo stringendo un patto con il futuro.

Ogni secondo che passa è sempre più loro.

Persone con un avvenire incredibilmente vivace, si aspettavano forse una “lezione” specifica, storica, accademica, se vogliamo.

La classe del primo anno dell’Istituto di Design Palladio di Verona
(a sinistra il prof. Claudio Gallo)

È successo, invece, che ci siamo raccontati, ci siamo messi a nudo spogliandoci “dell’aziendalismo” parlando sì di noi ma soprattutto di LORO.

E abbiamo concentrato, a questo scopo, tutte le FORZE e il focus su un aspetto soltanto: la realizzazione dell’Identità.

Identità è anche il tema del nuovo sito che abbiamo di recente pubblicato – se non lo hai ancora visto eccolo qui –> www.graficheaz.it.

Se si vuole diventare ILLUSTRATORI occorre far sì di ESSERE la persona che è “già” Illustratore a tutti gli effetti.

Immaginarsi, atteggiarsi, comportarsi come la persona che si vuole essere allineando tutte le caratteristiche che quella figura incarna riportandola nella realtà di oggi e collegandosi a quella che intendiamo realizzare.

In una parola: essere consapevoli di chi si vuole diventare e lavorare ogni giorno per realizzarlo ovvero renderlo reale.

Nulla di astratto in tutto ciò, è solo che una cosa prima di essere realizzata va immaginata. Sognata, se vogliamo. Tutto qui.

Noi siamo solo andati a dirglielo.

Così vale per chi desidera diventare Game Designer, YouTube Creator di animazioni, per chi vuole gestire liberamente il proprio tempo grazie alla propria ARTE – che non solo è delizia per l’uomo ma vero nutrimento del suo essere (a questo servono i libri, no?) – per chi lascia il lavoro per frequentare un nuovo corso e dare un nuovo corso alla propria vita, per chi illustrerà delle pubblicazioni che stamperà e divulgherà, per chi diventerà Editore.

Tutte stories emerse dai ragazzi della classe, persone che stanno stringendo un patto col loro futuro.

E il nostro contributo è il dovere – e il PIACERE – di aiutarli a diventarlo.

Società Editoriale Grafiche AZ.

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

I SOGNI DI OGGI DIVENTANO LE REALTÀ DI DOMANI

ASPETTATI IL PEGGIO, PREPARATI AL MEGLIO

ASPETTATI IL PEGGIO, PREPARATI AL MEGLIO

Da qualche tempo mi sono auto-coniato una frase, un indicatore, una sorta di bussola.

Uno strumento la cui utilità sia che nel momento in cui ci si trova nel bel mezzo del mare possa essere in grado di rivelare la via.

Solo che va intesa nell’ordine giusto. Molto più facile a farsi che a dirsi.

ASPETTATI IL PEGGIO, PREPARATI AL MEGLIO.

ASPETTATI IL PEGGIO –> perché arriva da fuori. Antidoto?

Stare a ZERO, niente aspettative.

PREPARATI AL MEGLIO –> perché viene da dentro. Metodo?

Quando SAI hai le risorse, quando SAI FARE hai le competenze e quando SEI hai l’immagine di sé CHE COMPIE QUELLA COSA:

approntati questi 3 elementi, qualunque cosa accada, da 1-10 –>

1 te la potrai cavare, 10 potrai eccellere

(in mezzo mettici pure quello che vuoi).

Il contrario cos’è?

ASPETTATI IL MEGLIO, PREPARATI AL PEGGIO.

Come a dire:

Aspettati il meglio” arriva da fuori, aspettative alte con alta probabilità che vengano deluse.

Preparati al peggio” viene da dentro: aumenta la probabilità che questa si manifesti e si realizzi.

IN PRATICA:

L’#opportunità può essere una minaccia per coloro i quali mirano al mantenimento dello status quo. Se loro sono “a posto”, perché cambiare le cose?

Perché cambiare?
Perché?

Perché mette in discussione debolezze e punti di forza.

Le minacce sono esterne.
Le debolezze interne.

I punti di forza sono interni.
Le opportunità esterne.

Per chi è il vantaggio?

Per chi coglie l’opportunità che è parimenti disponibile a tutti.. e la mette a frutto.

Per la collettività, non per te stesso e basta.

TI AUGURO DI ESSERE LA TUA STESSA FORTUNA.

[#SWOT #analysis applicato alle #persone]

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

SCIENZA, NON MAGIA

SCIENZA, NON MAGIA

Igor Sibaldi ci dice in tutte le salse che gli #antichi conoscevano molto bene certe dinamiche che oggi sembrano scoperte “sensazionali” degli ultimi anni.

Scoperte che devono avere la loro giustificazione #scientifica (#quantistica) per poter essere accettate o accettabili.

Eppure occorre semplicemente osservare la #realtà quanto gli schemi che si ripetono siano veramente sempre quelli.

  • Quello che pensiamo, in qualche modo diventiamo.
  • Quello che sentiamo, in qualche modo otteniamo o attraiamo.
  • Quello che immaginiamo, creiamo.

Senza scomodare #Einstein che sarà stufo di essere citato ogni 3×2, è più che sufficiente OSSERVARE.

Abbiamo un fiore che nasce, cresce e muore da milioni di anni e lo fa senza batter ciglio (credits ERIC CARLE).

Abbiamo un mondo che è in costante #evoluzione e cambiamento (basti pensare che l’#universo si espande a una velocità di 70 km al secondo X MegaParsec. In pratica prendere un tre e aggiungere diciannove zeri riferiti ai km/sec.).

Nell’impressionante capacità di adattamento dell’essere umano, esistono diverse velocità “evolutive”: mentre l’Universo si espande e ama la velocità, il cervello che crea la tecnologia si evolve più lentamente rispetto ad essa, da lui stesso creata.

L’unica certezza è l’incertezza.
E in questa incertezza è contenuta l’essenza della #vita.

Alla faccia dello #spot dello #Yacult, lo scibile va ben al di là dello 0,5% (sì e no, probabilmente meno) del conosciuto.

“Scienza non magia” 😄🌟

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

UN SITO LUNGO 48 ANNI

UN SITO LUNGO 48 ANNI

Quando nel 2011 c’era l’esigenza di essere on line con un sito web “all’altezza” erano tempi duri, durissimi. Dal 1971 non si era mai affrontata una situazione simile.

Stavamo attraversando una crisi terribile che mordeva senza risparmio, come non fosse bastato lo stato di salute di chi ci ha preceduto.

Non che oggi siamo esenti dalle delicatissime logiche del mercato editoriale – e dei mercati in genere – MA una cosa è certa, certissima.

Abbiamo pensato, sia all’epoca che oggi – per comunicare alle persone il nostro lavoro e quanto ci crediamo – a un sito web che fosse diverso, atipico, molto vero.

In una parola autentico.

Non c’era budget al tempo e allora sì, l’abbiamo fatto internamente.. e ha funzionato!

Tanto, ci ha dato davvero un sacco di soddisfazioni.

Oggi è arrivato il momento di ammodernarsi un po’ e l’abbiamo rivisto, completato, cambiato, reindirizzato, ripensato.

È, se vogliamo, l’essenza vera del cambiamento: osservare come va il mondo e cambiare noi in primis se vogliamo che le cose cambino. E migliorino.

Le Grafiche AZ – l’AZ per gli amici – non è un’azienda. O meglio, sì, certo, lo è ma è prima di tutto un essere vivente.

È un’organizzazione con le persone che sono le sue cellule, l’amore e la passione che tiene unito tutto assieme e gli albi e i libri che facciamo sono i “nostri” amati figlioletti.

Le illustrazioni, gli artisti, gli editori, gli autori, gli stampatori, tutte le persone, TUTTE, sono la grande forza dell’AZ.

Giorgio Aldegheri, Franco Armano, Bianchi, Domenico Fasoli a fine anni ’70.

La sua storia, la sua tradizione, la sua storicità, il seme ancora vivido dei suoi fondatori sono la sua identità e abbiamo basato e basiamo il nostro lavoro su questo valore ENORME:

l’identità, appunto.

Ecco il nuovo, nuovissimo, fiammante sito delle Grafiche AZ.

Dimmi cosa ne pensi!

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

COS’È PER TE LA LIBERTÀ

COS’È PER TE LA LIBERTÀ

Ci vuole coraggio per essere liberi.

E la libertà non è una cosa che arriva, così, boom, e ce l’hai lì.

Beh, a volte sì, succede.

Ma di solito la si costruisce minuto dopo minuto. Ora dopo ora, con l’impegno e la consapevolezza.

Fino a trovarsi, giorno dopo giorno, ad aver costruito la libertà.

Occorre sapere cosa sia la libertà, esattamente.
Occorre anche esserne consapevoli.

Quanti vogliono impegnarsi veramente?
Quanti sono consapevoli veramente?

Quanti sanno cosa sia – veramente – la libertà?

78PAGINE

Ho provato a cimentarmi sul nuovissimo numero di 78pagine, una rivista con un sacco di coraggio che propone a ogni numero un tema sull’agire appropriato delle persone (Raccontare, Apprendere, Creare, Libertà, Scelta, etc.), egregiamente condotta da Alessandra Marconato.

Un po’ ci ho ragionato su e qualcosa è anche venuto fuori, di certo senza sapere cosa sia esattamente ed esserne consapevole veramente.

So che la rivista è interessante e merita molto.

Per questo Alessandra e Corsano Nicola hanno organizzato per il 30 settembre un

Aperitivo con 78pagine e ci sarà molto “da prendere” perché 78PAGINE ha ancora di più “da dare”!

👉 per avere una copia della rivista e avere info per l’aperitivo, contattare Alessandra 🍷

“Ci vuole coraggio per credere”. E anche per muoversi e dare. Contribuire.

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

ATTENZIONE, POST CHE CONTIENE STUDIO E LAVORO

ATTENZIONE, POST CHE CONTIENE STUDIO E LAVORO

[ATTENZIONE] – Post che contiene un’opportunità di STUDIO e di LAVORO.

Come funziona il mondo del lavoro oggi?

✋ Funziona che lato azienda servono competenze specifiche.

🙌 Funziona che lato offerta, molte persone cercano lavoro ma non possono offrire le competenze che servono.

🤝 Funziona che l’intento di questo post è metterli d’accordo.

Perché avviene ciò?

Perché i mercati e il mondo delle imprese stanno girando via via a una velocità sempre maggiore e non la si può fermare.

Tradotto:

la competizione – e la competitività tra aziende – è sempre più elevata.

Servono:

➡️ specificità
➡️ efficienza
➡️ essere “smart”
➡️ risolvere eventuali problematiche
➡️ soddisfare il cliente con la propria unicità.

La stessa cosa vale per le persone che lavorano e/o vogliono lavorare:

➡️ la competizione (brutto dirlo ma tanto è) tra individui e professionalità, anche qui, è sempre più elevata.

Ma non è vero che non esiste più lavoro. Semplicemente non esiste più nella forma in cui lo si cercava e lo si trovava prima. Si è, per così dire, alzata l’asticella.

Cosa serve fare allora?

Prepararsi. Come?

📣 Formandosi.

Dove?

Beh, oggi sono nati e si stanno sviluppando mestieri che solo fino a 5 anni fa manco ne esisteva il nome.

Poi ci sono mestieri “esistenti” che si stanno evolvendo a grandi passi e offrono opportunità concrete di crescita e di carriera.

www.itsmeccatronico.it

Servono figure professionali avanzate.

Ed ecco che l’ITS meccatronico Istituto Salesiano San Zeno
ha istituito (in partnership col mondo del lavoro e delle imprese della Federazione Carta e Grafica) 👉 4 corsi biennali che:

☑️ vanno a formare queste figure specifiche
☑️ che prevedono assunzioni prossime al 100%

Questa iniziativa è stata studiata dalle aziende del settore che hanno bisogno di tali figure e non riescono a reperirle sul mercato.

IL NOME DEL CORSO

“Tecnico superiore per l’innovazione dei processi e prodotti nell’industria della carta e del packaging sostenibile”

Quindi, in pratica, è imperdibile.
Alla stregua di un “master” altamente specializzante,

✅ favorisce l’entrata nel mondo del lavoro,
✅ dura due anni
✅ e ha un “costo” – se così si può chiamare – veramente “simbolico”.

Le iscrizioni terminano il 23/9 – c’è davvero da affrettarsi.

Di seguito Info dettagliate per inviare subito la candidatura (le selezioni dal 24/9).
Pochissimi i posti rimasti!

👇👇👇

*** *** ***

L’iscrizione al corso si deve fare attraverso il sito www.itsmeccatronico.it selezionando il corso d’interesse dal menù “iscriviti ai corsi”.

Per info relative ad iscrizione, selezione, etc., si deve fare riferimento alla segreteria ITS dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 12,30 telefono 0444 302980.

E-mail 👉 info@itsmeccatronico.it

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

I RACCONTI DEI SAGGI E LE SANE ABITUDINI

I RACCONTI DEI SAGGI E LE SANE ABITUDINI

Ho preso l’abitudine di leggere ai miei figli una storia di quelle contenute nei libri della serie I racconti dei saggi, quando siamo tranquilli, dopo pranzo, nel weekend.

Attenti e assorti si lasciano cullare dalla voce e dal racconto e viviamo insieme un momento magico, un rituale, che ricorderanno anche da grandi.

Qui è la storia di Un Samurai davvero Zen, corredata da una magnifica illustrazione in stile classico giapponese.

Chiaramente non posso pubblicare tutte le pagine ma posso sicuramente rimandare all’Editore L’ippocampo Edizioni – I Racconti dei Saggi – qui Buddhisti.

I RACCONTI DEI SAGGI BUDDHISTI

Questo libro è meraviglioso (e fortunatamente lo dico a suon di “ristampe”! 🙂 ): la copertina è “intagliata” con una stampa a caldo usando un cliché di ottone a un centinaio di gradi.

Il segnalibro arancione in “tinta” con la tematica del libro assieme ai capitelli e al dorso tondo ricorda a quale delle storie si è perché l’ordine di lettura può essere assolutamente libero.

Anzi, di solito apriamo una pagina a caso e iniziamo a leggere da lì.. così è più divertente.

Le illustrazioni sono davvero, davvero evocative.

E le storie.. beh, oggi a pranzo la prossima 🙂

I RACCONTI DEI SAGGI BUDDHISTI

Chi ha vinto se stesso è ben più grande del vincitore di migliaia di uomini” – [Buddha]

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

LA COSA VERAMENTE BELLA DI QUANDO SI LAVORA

LA COSA VERAMENTE BELLA DI QUANDO SI LAVORA

La cosa bella, veramente bella, di quando si lavora è rendersi conto, essere consapevoli di quello che si sta facendo.

Beh, non solo quando si lavora, ora dico una frase “leggera”: 

  • quando si vive.

Ecco che “rendersi conto” magicamente è ciò che ci fa essere NELLA situazione ed entrare nella situazione equivale a g-u-s-t-a-r-l-a.

Nel mio lavoro ho l’opportunità di parlare con illustratori, editori, autori.. e di gustarmi il loro lavoro.

Qualche giorno fa è stata da noi Bimba Landmann assieme a Francesca Segato di Camelozampa per il visto di un nuovo, pazzesco libro:

Mappe delle mie emozioni.

Beh, per me è stato emozionante assistere a questo visto e dire che.. ne “vedo” tanti!

Perché “vedere” gli originali e vederne la trasposizione sul foglio, sulla carta stampata e assaporare il divenire di questa cosa, di questa magica idea sorta inizialmente nella mente del suo autore per poi “vederla” diventare Realtà..

Realtà!

..è assolutamente fantastico.

“Vedo” il materializzarsi di idee tutti i giorni 🙂

Le idee sono cose, i pensieri sono vivi, i desideri si realizzano. 
Serve fiducia, serve crederci, certo.

La fiducia è il MOTORE DEL FARE LE COSE.

E questo è spiegato molot bene anche nella prossima video intervista con Bimba e Francesca in arrivo.

Anche questo nuovo libro “folle e visionario” [cit. Francesca] sta per “materializzarsi” e presto, prestissimo, sarà nelle manine dei giovani lettori che avranno modo di.. “gustarsi” – a loro volta – tutto questo, “condensato” in un libro.

Un libro magnifico.

Che tante persone hanno l’onore di contribuire, ognuno per la propria parte, a.. materializzare.

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

SAPERE INTRAVEDERE IL TALENTO DEGLI ALTRI

SAPERE INTRAVEDERE IL TALENTO DEGLI ALTRI

Quando vedi il talento di qualcuno, cosa fai? Lo incoraggi, lo riconosci o lo nascondi?

No, non è una domanda accusatoria la mia. Certo che no, ci mancherebbe.

Detesto da sempre chi punta il dito e si erge a giudicante quindi tanto meno mi ergo a puntare il dito e a giudicare a mia volta. Giammai.

Ma voglio portarti a fare un ragionamento.

È molto facile commuoversi guardando i Talent Show. Ci partecipano persone davvero talentuose alle volte. Capaci di fare spettacolo, abili a far sembrare in apparenza siano incapaci e incompetenti, prima..

..per aumentare il livello di suspence e di esplosione dell’emotività, dopo.

Più è ampio il divario, più sono aperti e increduli gli occhi e più sgorgano i lacrimoni in un tripudio di industrializzazione delle emozioni collocate in un capannone adibito a set dello spettacolo portato all’ennesima potenza e amplificate dall’occhio elettronico delle telecamere che vomitano addosso ogni cosa possibile sullo schermo piatto di una TV da 872xyz pollici.

No, non voglio riportarti sulla terra. Capita anche a me di commuovermi e constatare mediante schermo le abilità altrui. Di gente lontana.

Purché lontana. Beh, non per me. A me frega poco. Anzi, nulla.

Ma quando è il tuo vicino ad essere talentuoso?

Ti invito a fare la seguente riflessione: se il tuo sottoposto, il tuo collega, il compagno o qualcuno che abbia direttamente a che fare con te è davvero molto bravo..

..o è promettente e in potenza potrebbe benissimo farti le scarpe – pardon, superare il livello – se, in pratica, rappresenta un pericolo PER TE, come ti comporti?

  • Lo temi?
  • O lo assecondi?

Gli resisti o fai fluire il suo mondo?

Beh, il quesito è proprio all’ordine del giorno.

L’indole è padrona del controllo. O il controllo prende il sopravvento sulla tua indole e tu vai in panico, in tilt. E sei OUT.

Quando c’è di mezzo la competizione (essa sia tra fratelli, colleghi, amici, uomini per una donna, etc.), l’istinto nel senso più ancestrale del termine si anima e non ce n’è più per nessuno senza lasciar più spazio alla ragione e al discernimento.

  • DISCERNIMENTO è assolutamente la parola magica.

Se l’amico, il fratello, il collega rappresenta per te una minaccia per il fatto che possa in qualche modo mettere in ombra le tue abilità, rimane una cosa sola da fare. Banale, semplice, fluida, liscia.

Riconoscerla e anzi, far sì che funga da traino all’aumento di abilità e competenze. In pratica, essa crea ricchezza per tutti. Non sono le tue abilità a essere messe in discussione, NO. A essere messa in discussione è la relazione tra le rispettive abilità.

Ognuno ha le proprie da valorizzare.

Il classico fatto derivato dal dettol’allievo ha superato il maestro“, è, per il Maestro Intelligente, la sua più grande e meravigliosa soddisfazione.

Così per i figli che diventano più grandi dei padri.

Al contrario è come il padre geloso dell’altezza del figlio che lo supera di qualche cm, crescendo. Sì, è demente come cosa.

De-mente, senza mente, è causa di un’implicazione.. demenziale.

Ma capita, capita spesso. Gelosie tra parenti, irreprensione strumentale, invidie tra persone strette, amicizie che si perdono a causa della gelosia.

Sai una cosa?

Mi piacerebbe vedere nelle persone il saper intravedere il talento degli altri. Questo aspetto è fondamentale quando si fa impresa.

L’imprenditore davvero bravo è abile nello scegliere persone più brave di lui. Così le aziende crescono.

Non c’è bisogno di persone alle quali dire le cose che occorre fare.

C’è bisogno di persone che siano loro in grado di dire COSA occorrerebbe fare.

E MAI, MAI e poi MAI tarpare loro le ali. Non solo è un delitto ma se la prenderanno a morte con te. E hanno ragione.

Equivale ad essere gelosi di un figlio più alto. O più bravo.

La verità?

Non si dovrà mai emulare il capo ma portare valore all’organizzazione.

Il figlio non dovrà mai emulare il padre, non dovrà mai cercare di essere COME lui. Dovrà essere se stesso, né più né meno di essere se stesso al proprio meglio.

Nella creatività individuale risiede la ricchezza della collettività.

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com