LA PESTE DEL VENTUNESIMO SECOLO

LA PESTE DEL VENTUNESIMO SECOLO

#257

Parole da leggere e rileggere. Molte volte.

“Manzoni non l’aveva vista, la peste, ma aveva studiato documenti su documenti.
E allora descrive la follia, la psicosi, le teorie assurde sulla sua origine, sui rimedi.

Descrive la scena di uno straniero (un “turista”) a Milano che tocca un muro del duomo e viene linciato dalla folla perché accusato di spargere il morbo.

Ma c’è una cosa che Manzoni descrive bene, soprattutto, e che riprende da Boccaccio: il momento di prova, di discrimine, tra umanità e inumanità.

Boccaccio sì che l’aveva vista, la peste.

Aveva visto amici, persone amate, parenti, anche suo padre, morire. E Boccaccio ci spiega che l’effetto più terribile della peste era la distruzione del vivere civile.

Perché il vicino iniziava a odiare il vicino, il fratello iniziava a odiare il fratello, e persino i figli abbandonavano i genitori. La peste metteva gli uomini l’uno contro l’altro. Lui rispondeva col Decameron, il più grande inno alla vita e alla buona civiltà.

Manzoni rispondeva con la fede e la cultura, che non evitano i guai ma, diceva, insegnavano come affrontarli.

In generale, entrambi rispondevano in modo simile: invitando a essere uomini, a restare umani, quando il mondo impazzisce.”

Errico Buonanno

Ringrazio sentitamente Andrea Peghin su LinkedIn per aver pubblicato questa citazione che ho ripreso qua per Help per lo Sviluppo di Idee e Affari. L’immagine di copertina deriva dal suo post.

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

NON È MAI TROPPO TARDI PER RICOMINCIARE

NON È MAI TROPPO TARDI PER RICOMINCIARE

#255

Ci conosciamo da 25 anni.

Abbiamo persino avuto una morosa in comune (in due momenti distinti 😅) ed è stata lei a farci conoscere. Grazie Ele! 😂😍

Da lì è partita un’amicizia stellare ✨ che è passata da Gardaland alle lezioni di chimica cercando inutilmente di farmi capire la composizione degli elementi della tavola periodica MA trasformandoti tu stesso persino in sposa per qualche minuto al mio matrimonio.

(Lo so che lo hai fatto per concludere la lezione di chimica iniziata nel 1998 indicandomi le molecole di cui siamo fatti, tipo quelle che costituiscono dei grossi pelazzi neri).

Una sposa inaspettata si è fatta avanti ma mi sembrava un po’ troppo piena di peli.. mah..
Leggi tutto “NON È MAI TROPPO TARDI PER RICOMINCIARE”

BELLO ANNO A VOI!

BELLO ANNO A VOI!

#253

Ieri sera ho detto “grazie”, prima di andare a letto, per aver contato almeno dieci cose nell’immagine che avevo dinanzi a me: per la nebbiolina che rende tutto ovattato, per l’albero di Natale che mi evoca un nuovo Natale insieme, per il mio giardino ivi compresi i miei amati oleandri divenuti giganteschi come le piantine che ho salvato (secche e malate, date per morte ma a cui persino parlavo nel 2012) e che ora sono diventate grandi, grandissime. E altre cose.

Leggi tutto “BELLO ANNO A VOI!”

IL SESTO SENSO, VEDERE “COSE” E LA DUALITÀ DEL MONDO (FINTA)

IL SESTO SENSO, VEDERE “COSE” E LA DUALITÀ DEL MONDO (FINTA)

#251

Mi dicono (e mi fa un sacchissimo piacere!!) che vedo “cose”. CHE VUOL DIRE?

Non tipo che vedo la gente scema, o – per farla breve – come nella tipica scena del film..

Leggi tutto “IL SESTO SENSO, VEDERE “COSE” E LA DUALITÀ DEL MONDO (FINTA)”

INTERVISTA SU RTL NEWS E UN MESSAGGIO FINALE

INTERVISTA SU RTL NEWS E UN MESSAGGIO FINALE

#250

Sto pubblicando più del solito nei canali e in effetti le cose in ballo per le quali mi sto muovendo sono diverse e – spero tanto! – anche possibilmente interessanti per le persone non solo per me:

– c’è che ho scritto e pubblicato un libro che è Nella testa di Alice (La Margherita Edizioni) per cui è in arrivo una PROMO natalizia (ho parlato con l’editore l’altra sera) –> e se volete fare un bel regalo per Natale, contattatemi via email 🙂

– il nuovo canale YouTube con Alessandro Ferrari (vi si siete iscritti? Nooo? Correte a farlo immediatamente qui zio billy, scherziamo??

Leggi tutto “INTERVISTA SU RTL NEWS E UN MESSAGGIO FINALE”

NEL SEGNO DEL PRENDERSI CURA. A PRESCINDERE SI SIA DONNA O UOMO

NEL SEGNO DEL PRENDERSI CURA. A PRESCINDERE SI SIA DONNA O UOMO

#249

Ieri mi è sembrato di capire sia stata la giornata contro la violenza sulle donne.

Vorrei far notare che quando si usa la parola “contro” e le si dà così tanta attenzione, l’effetto è che quel conflitto che si pensa di “combattere”, viene invece alimentato proprio in virtù (o meglio, a causa) della “lotta” insita come intenzione.

È un concetto base in semantica, diffusissimo ma in pochi se ne rendono veramente consapevoli.

È come dire che ieri è stata la giornata a favore della violenza sulle donne.

Perché quando si scende in piazza contro la guerra, la guerra la si sta facendo ed essa infatti continua. Ci si pone, in pratica, come avversario. E complice, in un certo senso.

Leggi tutto “NEL SEGNO DEL PRENDERSI CURA. A PRESCINDERE SI SIA DONNA O UOMO”

COSA STAI COMBINANDO?

COSA STAI COMBINANDO?

#248

Quante sono quelle realtà che sono ricche, ricchissime di storie personali?

C’è l’imprenditore che ne ha da raccontare, ci sono anche i fondatori, ci sono le persone, ci sono le vicende.

Un’azienda è una casa sotto il cui tetto si avvicendano, nella quotidianità e negli anni, storie.

STORIE DI OGNI TIPO.

Leggi tutto “COSA STAI COMBINANDO?”