SI VINCE SEMPRE

SI VINCE SEMPRE

#209

Dillo a George Floyd.

La più grande balla di sempre. O la più vera verità di sempre? Quella che ci induce a prevaricare? Quella che insegna fin da piccoli a prevalere sull’altro, non importa che sia un amico, un fratello o un uomo di un altro colore?

Ma dobbiamo prima domandarci cosa significhi VINCERE.

Perché se vincere significa vincere su qualcuno, no, non si vince sempre. Anzi, nella competizione perdono tutti e due.

Se significa dammi il soldino perché ti faccio vincere, significa che tu mi dai una cosa in cambio di un’altra, allora è uno scambio. Non una vittoria. A meno che non la s’intenda tipo io vinco perché ottengo da te quello che voglio, il soldino; e tu vinci perché ottieni l’illusione di aver vinto ma sono io che ti ho fatto vincere.

È presente comunque un gioco di illusione.

Oppure, la vittoria, è quella ogni giorno su se stessi. Non ci sono competitor qui ma solo il vincere sull’ego, sull’autocompiacimento, sul “ho ragione io” a favore .. a favore di cosa?

Di una maggiore connessione, di una maggiore contemplazione, a favore di una maggiore appartenenza.

Questi muri crollano di fronte al “è mio, soltanto mio, perché mi spetta e mi spetta pure di diritto” ovvero senza merito.

Quindi.. a favore dell’ACCETTAZIONE. Non della rassegnazione, non l’accettazione supina ma l’accoglimento consapevole dell’atto che “io sì, d’accordo, lascio che sia“, senza forzare.

Se hai voglia di sparare qualche colpo perché è divertente è OK farlo al Luna Park, quel SI VINCE SEMPRE è rivolto ai bambini.. ma non perché si vince sempre. È il soldino l’obiettivo, non la tua vittoria.

Quelli che sparano qualche colpo ai leoni uccidendone decine di migliaia non vincono niente. Perdono nella loro fottutissima, micragnosa EX-dignità.

Lo sapevate che da 450.000 leoni ora in Africa ne vivono soltanto 20.000 per il turismo di caccia?• Prova il piacere di uccidere un vero leone, si vince sempre!

L’inganno non del secolo ma dell’intera storia dell’umanità, fingere la vittoria, simularla, in cambio di qualcosa.

Quel tipo di vittoria, è SCONFITTA. È una sconfitta colossale e miserabile travestita da vittoria.

Ogni volta che siamo portati a credere di dover vincere qualche battaglia, per favore, pensiamoci a cosa significhi veramente VINCERE. Spesso fa dei morti.

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

• MIA E IL LEONE BIANCO: “alla fine del film si ricorda che la terrificante ‘canned hunting’, pseudocaccia a beneficio di ricchi turisti con l’animale da uccidere confinato in un’area limitata senza possibilità di scappare, è perfettamente legale in Sudafrica (è un business da 36 milioni di dollari), dove i leoni d’allevamento sono circa 8000 contro i 3000 allo stato brado.
Inoltre secondo i dati della fondazione Kevin Richardson in 80 anni, la popolazione dei leoni selvaggi è passata da 450 mila a circa 15-20 mila e proseguendo a questi ritmi tra 20 anni la specie sarà estinta. (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *