COSA SUCCEDE IN CIELO QUANDO PREGHIAMO?

COSA SUCCEDE IN CIELO QUANDO PREGHIAMO?

#225

Ho letto questa cosa e non posso non condividerla. È meravigliosa.

Aiuta.

Nell’auspicio ciò possa anche aiutare chiunque di voi capiti su questo blog.

— — —

Questo è uno dei messaggi più belli che abbia mai ricevuto dagli Angeli.

LEGGILO.

Ho sognato di andare in paradiso e un angelo si stava mostrando. Camminammo fianco a fianco in una grande stanza di lavoro piena di angeli. La mia guida si fermò davanti alla prima sezione e disse:

“Questa è la sezione di accoglienza, qui si ricevono tutte le richieste a Dio che dici in preghiera”.

Mi sono guardato intorno in questa zona, ed era terribilmente occupata con così tanti angeli che selezionavano le richieste scritte su ingombranti fogli di carta di persone provenienti da tutto il mondo.

Quindi avanziamo lungo un lungo corridoio fino a raggiungere la seconda sezione.

L’angelo poi mi disse:

“Questa è la sezione imballaggio e consegna, qui, le grazie e le benedizioni che le persone chiedono vengono elaborate e consegnate alle persone che le hanno richieste”.

Mi sono reso conto di quanto fossero occupati. C’erano molti angeli che lavoravano duramente in quella stazione, così tante benedizioni erano state richieste e venivano confezionate per la consegna sulla Terra.

Finalmente all’estremità del lungo corridoio ci fermammo alla porta di una stazione molto piccola. Con mia grande sorpresa, solo un angelo era seduto lì, senza fare nulla, oziava.

“Questa è la sezione del riconoscimento“, il mio amico Angelo ha tranquillamente ammesso il suo imbarazzato.

Come mai non c’è lavoro qui?

Molto triste l’Angelo sospirò.

“Dopo che le persone hanno ricevuto le benedizioni, pochissimi inviano riconoscimenti”.

Gli chiesi che riconoscimenti si devono per le benedizioni di Dio?
“Semplice“, rispose l’angelo. “Dì semplicemente Grazie Signore“.

Quali benedizioni dovresti riconoscere? Ho chiesto.

Se hai cibo in frigo, vestiti nell’armadio, un tetto sopra e un posto per dormire sei più ricco del 75% di questo mondo.

Se hai soldi in banca, nel tuo portafoglio e risparmi, sei tra i migliori 8% dei ricchi del mondo.

Se ti sei svegliato questa mattina con più salute che malattia sei più benedetto dei tanti che non sopravviveranno nemmeno oggi.

Se non hai mai sperimentato la paura in battaglia, la solitudine della prigionia, l’agonia della tortura o la fame sei davanti a 700 milioni di persone nel mondo”.

Va bene dissi. Ora cosa? Come posso iniziare?

L’angelo disse:

“Se riesci a leggere questo messaggio, hai appena ricevuto una doppia benedizione per il fatto che qualcuno ti considerava molto speciale e che sei più benedetto di oltre due miliardi di persone al mondo che non sanno affatto leggere.

Conta le tue benedizioni e se ci tieni, passale per ricordare a tutti quanto siamo benedetti.”

Grazie, Signore, per avermi dato la possibilità di condividere questo messaggio e per avermi dato così tante persone meravigliose con cui condividerlo.

Se hai letto finora e sei grato per tutto ciò di cui sei stato benedetto, come puoi non inviarlo?

Ringrazio Dio per tutto. 

— — —

Beh, io sono sempre stato tutto fuorché un “basa-banchi” o uno tutto casa e chiesa. E non ho nulla di cui vergognarmi. Ho la naturalezza di un approccio “olistico” al mondo e a Dio.

Per me è sempre stato del tutto normale, avendo avuto fin da molto giovane un’idea di Dio che abbracci tutto, prescindere dal nome che gli viene dato.

Questo testo, per me, sposa la Divinità intesa come Amore per Tutti e Tutto. Che è in Tutti e in Tutto.

Ed è con questa serenità infusa dalle parole qui sopra che vi auguro tutto il meglio.

Di essere Riconosciuti. E, soprattutto, di Riconoscere.

Grazie a Piccole Storie per il post su #Facebook.

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *