AL CORSO DI STORIA DELL’ILLUSTRAZIONE

AL CORSO DI STORIA DELL’ILLUSTRAZIONE

Siamo stati all’Istituto di Design Palladio di Verona – una “vecchia” conoscenza – con cui collaboriamo da tempo grazie al prezioso contributo del prof. Claudio Gallo.

Che ci facciamo lì?

Claudio è docente del Corso di Illustrazione e così siamo andati a incontrare i meravigliosi ragazzi del primo anno. Ci piace collaborare con le scuole, con gli istituti, con le classi, gli ITS, le scuole di Design perché quando incontriamo i ragazzi stiamo stringendo un patto con il futuro.

Ogni secondo che passa è sempre più loro.

Persone con un avvenire incredibilmente vivace, si aspettavano forse una “lezione” specifica, storica, accademica, se vogliamo.

La classe del primo anno dell’Istituto di Design Palladio di Verona
(a sinistra il prof. Claudio Gallo)

È successo, invece, che ci siamo raccontati, ci siamo messi a nudo spogliandoci “dell’aziendalismo” parlando sì di noi ma soprattutto di LORO.

E abbiamo concentrato, a questo scopo, tutte le FORZE e il focus su un aspetto soltanto: la realizzazione dell’Identità.

Identità è anche il tema del nuovo sito che abbiamo di recente pubblicato – se non lo hai ancora visto eccolo qui –> www.graficheaz.it.

Se si vuole diventare ILLUSTRATORI occorre far sì di ESSERE la persona che è “già” Illustratore a tutti gli effetti.

Immaginarsi, atteggiarsi, comportarsi come la persona che si vuole essere allineando tutte le caratteristiche che quella figura incarna riportandola nella realtà di oggi e collegandosi a quella che intendiamo realizzare.

In una parola: essere consapevoli di chi si vuole diventare e lavorare ogni giorno per realizzarlo ovvero renderlo reale.

Nulla di astratto in tutto ciò, è solo che una cosa prima di essere realizzata va immaginata. Sognata, se vogliamo. Tutto qui.

Noi siamo solo andati a dirglielo.

Così vale per chi desidera diventare Game Designer, YouTube Creator di animazioni, per chi vuole gestire liberamente il proprio tempo grazie alla propria ARTE – che non solo è delizia per l’uomo ma vero nutrimento del suo essere (a questo servono i libri, no?) – per chi lascia il lavoro per frequentare un nuovo corso e dare un nuovo corso alla propria vita, per chi illustrerà delle pubblicazioni che stamperà e divulgherà, per chi diventerà Editore.

Tutte stories emerse dai ragazzi della classe, persone che stanno stringendo un patto col loro futuro.

E il nostro contributo è il dovere – e il PIACERE – di aiutarli a diventarlo.

Società Editoriale Grafiche AZ.

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

I SOGNI DI OGGI DIVENTANO LE REALTÀ DI DOMANI

TUTTO L’UNIVERSO PER CHI HA POCO SPAZIO-TEMPO

TUTTO L’UNIVERSO PER CHI HA POCO SPAZIO-TEMPO

Sto consigliando questo libro a destra e a manca.

È uno di quelli che veramente cambia la vita. Perché cambia la visione delle cose, l’ordine delle cose, le combina insieme e ti fa vedere tutto – il TUTTO, è il caso di dirlo – in maniera completamente diversa, cioè.. come è.

Il “piccolo” mondo in cui siamo chiusi ci fa in qualche modo credere che il mondo sia quello ma è ANCHE quello, in pratica, ne è una infinitesima parte.

Ma l’universo è omogeneo e “isotropo” che vuol dire semplicemente che è uguale a se stesso in ogni sua parte, è esploso 13.8 mld di anni fa e da qualche miliardo di anni sta accelerando la sua espansione anziché decelerandola.

Un “braccio” della Galassia

Viviamo in una galassia gigante – la Via Lattea che “assieme a Messier 33 e Andromeda sono le uniche tre galassie giganti nel nostro vicinato” e siamo sparati nel cosmo a velocità incredibili eppure.. ci sembra di essere fermi.

Viviamo in una galassia gigante e viaggiamo a velocità incredibili eppure l’impressione è quella di non progredire: una sensazione che si vede spesso anche nelle aziende. E nelle nostre vite private.

La radiazione di fondo (CMB) è costante anche ora, è una microonda come quella del forno in cucina e si può sentirla.

Pervade l’intero universo – fatto di energia, materia (principalmente elio e idrogeno) e radiazione, tempo, spazio e forze – in ogni suo punto.

E, soprattutto, “una delle forze fondamentali dell’universo, la gravità, governa il moto di tutti i corpi celesti. Se voi finiste nello spazio – che è praticamente vuoto – e vagaste liberamente, presto la forza di gravità generata dal vostro corpo attirerebbe tutte le particelle circostanti e sareste colpiti da sassetti o i sassetti inizierebbero a girarvi intorno, come dei microsatelliti”.

Tutto è tenuto insieme dall’attrazione gravitazionale reciproca.

Le stesse dinamiche che governano il mondo delle relazioni e del business, solo su piani apparentemente diversi.

Non è un libro di business, è un libro sul cosmo che consiglio vivamente per comprendere la nostra quotidianità.

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

SCIENZA, NON MAGIA

SCIENZA, NON MAGIA

Igor Sibaldi ci dice in tutte le salse che gli #antichi conoscevano molto bene certe dinamiche che oggi sembrano scoperte “sensazionali” degli ultimi anni.

Scoperte che devono avere la loro giustificazione #scientifica (#quantistica) per poter essere accettate o accettabili.

Eppure occorre semplicemente osservare la #realtà quanto gli schemi che si ripetono siano veramente sempre quelli.

  • Quello che pensiamo, in qualche modo diventiamo.
  • Quello che sentiamo, in qualche modo otteniamo o attraiamo.
  • Quello che immaginiamo, creiamo.

Senza scomodare #Einstein che sarà stufo di essere citato ogni 3×2, è più che sufficiente OSSERVARE.

Abbiamo un fiore che nasce, cresce e muore da milioni di anni e lo fa senza batter ciglio (credits ERIC CARLE).

Abbiamo un mondo che è in costante #evoluzione e cambiamento (basti pensare che l’#universo si espande a una velocità di 70 km al secondo X MegaParsec. In pratica prendere un tre e aggiungere diciannove zeri riferiti ai km/sec.).

Nell’impressionante capacità di adattamento dell’essere umano, esistono diverse velocità “evolutive”: mentre l’Universo si espande e ama la velocità, il cervello che crea la tecnologia si evolve più lentamente rispetto ad essa, da lui stesso creata.

L’unica certezza è l’incertezza.
E in questa incertezza è contenuta l’essenza della #vita.

Alla faccia dello #spot dello #Yacult, lo scibile va ben al di là dello 0,5% (sì e no, probabilmente meno) del conosciuto.

“Scienza non magia” 😄🌟

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

UN SITO LUNGO 48 ANNI

UN SITO LUNGO 48 ANNI

Quando nel 2011 c’era l’esigenza di essere on line con un sito web “all’altezza” erano tempi duri, durissimi. Dal 1971 non si era mai affrontata una situazione simile.

Stavamo attraversando una crisi terribile che mordeva senza risparmio, come non fosse bastato lo stato di salute di chi ci ha preceduto.

Non che oggi siamo esenti dalle delicatissime logiche del mercato editoriale – e dei mercati in genere – MA una cosa è certa, certissima.

Abbiamo pensato, sia all’epoca che oggi – per comunicare alle persone il nostro lavoro e quanto ci crediamo – a un sito web che fosse diverso, atipico, molto vero.

In una parola autentico.

Non c’era budget al tempo e allora sì, l’abbiamo fatto internamente.. e ha funzionato!

Tanto, ci ha dato davvero un sacco di soddisfazioni.

Oggi è arrivato il momento di ammodernarsi un po’ e l’abbiamo rivisto, completato, cambiato, reindirizzato, ripensato.

È, se vogliamo, l’essenza vera del cambiamento: osservare come va il mondo e cambiare noi in primis se vogliamo che le cose cambino. E migliorino.

Le Grafiche AZ – l’AZ per gli amici – non è un’azienda. O meglio, sì, certo, lo è ma è prima di tutto un essere vivente.

È un’organizzazione con le persone che sono le sue cellule, l’amore e la passione che tiene unito tutto assieme e gli albi e i libri che facciamo sono i “nostri” amati figlioletti.

Le illustrazioni, gli artisti, gli editori, gli autori, gli stampatori, tutte le persone, TUTTE, sono la grande forza dell’AZ.

Giorgio Aldegheri, Franco Armano, Bianchi, Domenico Fasoli a fine anni ’70.

La sua storia, la sua tradizione, la sua storicità, il seme ancora vivido dei suoi fondatori sono la sua identità e abbiamo basato e basiamo il nostro lavoro su questo valore ENORME:

l’identità, appunto.

Ecco il nuovo, nuovissimo, fiammante sito delle Grafiche AZ.

Dimmi cosa ne pensi!

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

QUALCHE LIBRO SERVE

QUALCHE LIBRO SERVE

Cosa spinge alcune persone di sabato sera a organizzare, a invogliare, a coinvolgere a presenziare, a parlare..

e cosa spinge alcune fortunatissime persone a riempire la meravigliosa #libreria di San Martino Buon Albergo che sta diventando un esempio e ad ascoltare con così tanta attenzione?

Abbiamo Cecilia Marcon, una ragazza appassionata che ha invitato Sara Saorin e Francesca Segato da Padova a parlare de LA PIETRA BLU.

Sara Saorin, Silvia Torchio, Luca Ganzerla nella stupenda Valmirtilla

Cecilia è la titolare di Valmirtilla.
Sara e Francesca sono le editrici di Camelozampa.

Ma non è finita qui.

Da #Torino è giunta la traduttrice e agente dell’autore.. che a sua volta è di Taiwan, 幾米 – Jimmy Liao (JimmySPA) – 几米 – ジミーさん (ジミー・リャオ) – lei è Silvia Torchio ed è la persona che ha portato in Italia Jimmy e TUTTA la sua ricchezza emotiva e narrativa.

E poi, abbiamo lui, l’inimitabile Luca Ganzerla che ha catalizzato l’ascolto non solo con la sua emozionante lettura del libro ma ci ha proprio i-n-c-a-n-t-a-t-i con la sua bravura nell’interpretazione dei sentimenti che Jimmy ha voluto trasmettere.

Con una sapienza e una capacità di “intrattenimento”, personalmente, mai provata. A leggere un libro! Una cosa semplice, apparentemente.. ma profondissima.

I suoi studenti sono fortunati.

Il percorso che porta gli umani alla liberazione spirituale, il SUTRA del diamante.

E la sorpresa finale con il cadeau di Cecilia e le sue pietre blu preparate da lei e sua figlia.. beh, un sabato sera perfetto.

PS: in sala anche la dolcissima Sofia che mi ha regalato un sacchetto per i libri pensandomi quando è stata nella “libreria ad alta quota” e un braccialetto con un campanellino. GRAZIE Clara Ferrari 🙂 – c’è tantissimo valore dietro all’umanità delle persone.

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

COME FARE MEGLIO LE COSE CHE GIÀ FAI

COME FARE MEGLIO LE COSE CHE GIÀ FAI

Dato che parlo un sacco di libri e su QUESTO blog anche dei “libri nel cassetto” alla fine mi rendo conto che.. realizzarli è anche sempre stato un sogno “mio”.

Un “sogno nel cassetto“.

E guai a chi ci tocca i sogni.

Ma sta anche e soprattutto a noi metterci in testa di fare qualcosa per realizzarli.

Almeno, per metterci nella direzione di realizzarli. In pratica, serve fare qualcosa.

Qualsiasi cosa.

Se devo cercare qualcuno che in passato mi ha dato una gran mano, lo trovo in una persona in particolare.

Un responsabile c’è. Si chiama….

Livio Sgarbi.

Devo molto a Livio.

È stato lui uno degli unici a parlarmi concretamente di “sogni” ed è anche grazie a lui se ho iniziato a sognare, molto tempo fa.

Ma non solo.. a immaginare, a concretizzare, cioè a rendere VERO nella realtà quello che mi ero prefissato come obiettivo.

Devo ammetterlo: Livio è davvero bravo a parlare di sogni.

Ed è altrettanto bravo a parlare della loro esecuzione.

Altrimenti questi rimangono nel mondo della fantasia 🙂

(Bellissimo questo, certo, ma non tanto pratico).

Parlo principalmente di libri e formazione e non c’è nulla di meglio che parlare bene di chi lavora bene (e ci ha fatto del bene).

E allora parlo di Livio e del webinar che sta per fare.

So bene come sia capace di ispirare a mettersi in moto:

“i sogni, sono della dimensione delle risorse (tempo, energia, impegno, denaro) che gli state dedicando”.

Tutto qua? Beh no.

C’è il webinar in diretta mercoledì dal Vivo e Totalmente On-Line. Ovviamente gratuito.

Qui l’accesso 👉 https://bit.ly/2lD6o55

Il mio vivo augurio è che possano essere realizzati i sogni di chi saprà lasciarsi ispirare. È sempre così.

Ah, il webinar si chiama Executi-ONCome Fare Meglio le cose che già Fai.

👉 https://bit.ly/2lD6o55

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

COS’È PER TE LA LIBERTÀ

COS’È PER TE LA LIBERTÀ

Ci vuole coraggio per essere liberi.

E la libertà non è una cosa che arriva, così, boom, e ce l’hai lì.

Beh, a volte sì, succede.

Ma di solito la si costruisce minuto dopo minuto. Ora dopo ora, con l’impegno e la consapevolezza.

Fino a trovarsi, giorno dopo giorno, ad aver costruito la libertà.

Occorre sapere cosa sia la libertà, esattamente.
Occorre anche esserne consapevoli.

Quanti vogliono impegnarsi veramente?
Quanti sono consapevoli veramente?

Quanti sanno cosa sia – veramente – la libertà?

78PAGINE

Ho provato a cimentarmi sul nuovissimo numero di 78pagine, una rivista con un sacco di coraggio che propone a ogni numero un tema sull’agire appropriato delle persone (Raccontare, Apprendere, Creare, Libertà, Scelta, etc.), egregiamente condotta da Alessandra Marconato.

Un po’ ci ho ragionato su e qualcosa è anche venuto fuori, di certo senza sapere cosa sia esattamente ed esserne consapevole veramente.

So che la rivista è interessante e merita molto.

Per questo Alessandra e Corsano Nicola hanno organizzato per il 30 settembre un

Aperitivo con 78pagine e ci sarà molto “da prendere” perché 78PAGINE ha ancora di più “da dare”!

👉 per avere una copia della rivista e avere info per l’aperitivo, contattare Alessandra 🍷

“Ci vuole coraggio per credere”. E anche per muoversi e dare. Contribuire.

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

I RACCONTI DEI SAGGI E LE SANE ABITUDINI

I RACCONTI DEI SAGGI E LE SANE ABITUDINI

Ho preso l’abitudine di leggere ai miei figli una storia di quelle contenute nei libri della serie I racconti dei saggi, quando siamo tranquilli, dopo pranzo, nel weekend.

Attenti e assorti si lasciano cullare dalla voce e dal racconto e viviamo insieme un momento magico, un rituale, che ricorderanno anche da grandi.

Qui è la storia di Un Samurai davvero Zen, corredata da una magnifica illustrazione in stile classico giapponese.

Chiaramente non posso pubblicare tutte le pagine ma posso sicuramente rimandare all’Editore L’ippocampo Edizioni – I Racconti dei Saggi – qui Buddhisti.

I RACCONTI DEI SAGGI BUDDHISTI

Questo libro è meraviglioso (e fortunatamente lo dico a suon di “ristampe”! 🙂 ): la copertina è “intagliata” con una stampa a caldo usando un cliché di ottone a un centinaio di gradi.

Il segnalibro arancione in “tinta” con la tematica del libro assieme ai capitelli e al dorso tondo ricorda a quale delle storie si è perché l’ordine di lettura può essere assolutamente libero.

Anzi, di solito apriamo una pagina a caso e iniziamo a leggere da lì.. così è più divertente.

Le illustrazioni sono davvero, davvero evocative.

E le storie.. beh, oggi a pranzo la prossima 🙂

I RACCONTI DEI SAGGI BUDDHISTI

Chi ha vinto se stesso è ben più grande del vincitore di migliaia di uomini” – [Buddha]

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

PERCHÉ HELP PER LO SVILUPPO DI IDEE E AFFARI

PERCHÉ HELP PER LO SVILUPPO DI IDEE E AFFARI

Qualche giorno fa un utente ha commentato:

“Affari….odio questa parola. Tutto nel mondo di oggi è diventato un affare, tutto si deve sfruttare per fare soldi e nulla o quasi è gratis. La vita in questa società è una lotta senza esclusione di colpi, è stressante, stancante. Bisogna combattere come dei matti per avere un tetto sopra la testa e qualcosa da mangiare. Pazzesco e disumano. Dovremmo smettere di pensare a tutto in termini di soldi e di affari, questa cosa sta distruggendo la nostra umanità e il pianeta”.

Provo profondo rispetto per questa considerazione e intimamente la motivazione basilare della pagina è partita nel lontano febbraio 2016 da una osservazione similare del mondo – ad alta quando non altissima competitività – in cui viviamo oggi, con tutti i grandi, grandissimi problemi legati alla sostenibilità, all’ambiente e al futuro dei nostri figli nonché dell’umanità intera.

Colgo l’occasione per precisare che promuovo, in primis:

  • 1. la lettura;
  • 2. l’imprenditorialità.

ovvero la capacità di avere quell’iniziativa che ti fa fare le cose anziché aspettare che qualcuno le faccia per te.

Sì, promuovo il mio lavoro che è quello di fare libri.

Sì, promuovo l’azienda per cui lavoro, di proprietà familiare e che sto contribuendo nella mia parte e in tutti i modi grazie all’apporto di tante meravigliose persone a rendere bellissima – per quanto possibile e fattibile – e attrattiva producendo libri per l’editoria nazionale e internazionale.

Sì, promuovo letture, libri, editori.

Promuovo il concetto di coltivare relazioni e promuovo la magia del viaggio come percorso introspettivo e di maturazione di sé.

Tutte queste cose insieme formano la particolarità del blog e della pagina Facebook che sta FORTUNATAMENTE crescendo oltre le mie aspettative.

[Quindi grazie di ❤️ – tra l’altro].

L’auspicio è contenuto nella mia risposta al commento di cui sopra:

Cara Mxxa, condivido ciò che dici, benché in parte. Vorrei invitarti a rivedere l’assolutismo che esprimi “lotta senza esclusione..”, “tutto nel mondo di oggi..”, “dovremmo smettere di pensare a tutto”.. Etc.

Sono convinzioni fuorvianti di per sé. Fortunatamente non è proprio così.

Sì, è ANCHE così ma non proprio “tutto” così.

Proprio perché non è così mi spendo da tre anni a scrivere articoli che mirano a rincuorare, a incoraggiare, a riflettere.

Lo faccio gratis e nessuno mi ha mai pagato per questo 😊, lo faccio proprio per divulgare concetti di pro attività in un mondo del lavoro – ecco perché “affari” – iper competitivo partendo da una considerazione abbastanza simile alla tua, forse solo meno assolutistica.

A volte denuncio comportamenti umani psicotici e offro degli spunti di riflessione. Per questo “help“.

E in ogni caso tutto, qui sì, passa per uno sviluppo personale dentro e fuori le organizzazioni. Ecco perché “sviluppo“.

Mi hai dato lo spunto per riflettere a mia volta e ti ringrazio 🙏

Ecco anche perché sono sostenitore del libero essere:

perché esprimere noi stessi nella piena libertà della nostra consapevolezza ci offre l’ineluttabile opportunità di fare “a modo nostro” cioè con la nostra impronta UNICA SUL PIANETA, qualcosa come contributo concreto all’umanità e al mondo attraverso i valori come rispetto per la vita, rispetto per il pianeta, rispetto per le cose, rispetto per le situazioni, rispetto per le persone (l’ordine è equo per tutti questi elementi).

Viva la vita e viva la libertà.

La libertà di essere, di esprimersi al meglio, di sviluppare il nostro potenziale.

Di diventare qualcosa di più grande rispetto al grado evolutivo che avevamo quando siamo nati qualche anno fa.

Questo è il mio spirito qui. E fuori di qui.

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

SONO SODDISFAZIONI

SONO SODDISFAZIONI

Ogni volta che vedo una libreria mi attivo. Ho proprio sete. Mi verrebbe da comprare tutto. Ho una voglia pazzesca di imparare e leggere e scrivere e produrre.

Ci sono persone in alcune librerie in cui appena mi vedono entrare, hanno gli occhi che iniziano a luccicare e non perché compro tanti libri ma perché amo i libri ed è come se dessi soddisfazione al loro lavoro.

Beh, il loro lavoro non è altro che il mio lavoro in un continuum ove ai lati opposti ci sono chi ha avuto l’idea e chi la sta acquisendo.

Siamo tutti coinvolti nella stessa cosa, fondamentalmente, solo che essa assume gradazioni diverse:

  • Dall’autore che scrive;
  • All’illustratore che disegna;
  • Al grafico che prende testi e le immagini e impagina in bassa risoluzione;
  • All’editore che accoglie l’idea e decide di pubblicarla;
  • Al fotolitista che prende le tavole e fa la separazione del colore;
  • Alla redazione del file definitivo pronto per la stampa;
  • Alle prove colore, alla cianografica, alle lastre;
  • Alla stampa vera e propria, alla confezione;
  • Alla spedizione delle palette con sopra migliaia di copie;
  • Alla distribuzione, agli accordi presi nel frattempo tra editore e distributore; tra autore ed editore sulle royalties, sui diritti, le prenotazioni, le tirature..
  • Fino a te lettore, giunto in libreria.

Fino a me che quando vedo un libro fatto da noi, sono soddisfazioni.

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com