fbpx

QUESTO È IL MODO IN CUI UNO SCRITTORE UNGHERESE HA SPIEGATO L’ESISTENZA DI DIO

QUESTO È IL MODO IN CUI UNO SCRITTORE UNGHERESE HA SPIEGATO L’ESISTENZA DI DIO

#280

Nel ventre di una madre ci sono due bambini. Uno chiede all’altro:

“Ci credi in una vita dopo il parto?”

L’altro risponde:

“È chiaro. Deve esserci qualcosa dopo il parto. Forse noi siamo qui per prepararci per quello che verrà più tardi.”

“Sciocchezze”, replica il primo.
“Non c’è vita dopo il parto. Che tipo di vita sarebbe quella?”

Il secondo risponde:

“Io non lo so, ma ci sarà più luce di qui. Forse noi potremo camminare con le nostre gambe e mangiare con le nostre bocche. Forse avremo altri sensi che non possiamo capire ora.”

Il primo replica:

“Questo è assurdo. Camminare è impossibile. E mangiare con la bocca? Ridicolo! Il cordone ombelicale ci fornisce nutrizione e tutto quello di cui abbiamo bisogno. Il cordone ombelicale è molto breve. La vita dopo il parto è fuori questione.”

Lei è intorno a noi. Siamo circondati da lei. Noi siamo in lei.
È per lei che viviamo. Senza di lei questo mondo non ci sarebbe e non potrebbe esistere.”

Il secondo insiste: “Beh, io credo che ci sia qualcosa e forse diverso da quello che è qui. Forse la gente non avrà più bisogno di questo tubo fisico.”

Il primo contesta: “Sciocchezze! E inoltre, se c’è davvero vita dopo il parto, allora perché nessuno è mai tornato da lì? Il parto è la fine della vita e nel post-parto non c’è nient’altro che oscurità, silenzio e oblio. Lui non ci porterà da nessuna parte.”

“Beh, io non so”, dice il secondo, “ma sicuramente troveremo la mamma e lei si prenderà cura di noi.”

Il primo risponde: “Mamma, tu credi davvero a mamma? Questo è ridicolo. Se la mamma c’è, allora dov’è ora?”

Il secondo dice: “Lei è intorno a noi. Siamo circondati da lei. Noi siamo in lei. È per lei che viviamo. Senza di lei questo mondo non ci sarebbe e non potrebbe esistere.”

Replica il primo: “Beh, io non posso vederla, quindi è logico che lei non esiste.”

A questo punto il secondo risponde: “A volte, quando stai in silenzio, se ti concentri ad ascoltare veramente, si può notare la sua presenza e sentire la sua voce da lassù.”

Questo è il modo in cui uno scrittore ungherese ha spiegato

l’esistenza di Dio.

Il magnifico Monte Baldo

Dal web.

Quando trovo queste cose, mi sento di ripubblicarle perché se qualcuno in più dovesse incappare in questo remoto angolo di internet, ho fiducia almeno possa vedere con occhi diversi ciò che abbiamo costantemente sotto il naso, così come succede a me nel momento in cui ci sbatto contro.

Ed è una cosa bellissima.

PIANO DI AZIONE POSITIVA – NAPOLEON HILL

<<<

Se l’articolo ti è piaciuto, CONDIVIDI e aiutami a divulgare.
Facciamo crescere QUESTO BLOG.

Sono un imprenditore che ha a cuore la responsabilità non solo d’impresa ma anche di quella legata al ruolo sociale dell’imprenditore.

Desidero un’impresa che sia strumento per migliorare le persone e il MONDO.

>>>

Leonardo Aldegheri
****
Se l’articolo ti è piaciuto continua a seguirmi su Facebook Leonardo Aldegheri  + Instagram leonardoaldegheri
www.leonardoaldegheri.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.